martedì 10 marzo 2015

LA NAIL ART IN MICROPITTURA # 3: Come scegliere i pennelli giusti

Buondì a tutte e buona intensa settimana!
Tanto per uscire dalla quotidianità, ho deciso di riprendere in mano la rubrica e scrivere subito la terza parte. La seconda parte la troverete direttamente nei due post precedenti, in cui ho scritto in generale quali sono gli strumenti e i prodotti da avere a portata di mano. 
Per non uscire con un articolo lungo tre o quattro giorni, ho suddiviso in questo modo gli argomenti da trattare. Appunto oggi introduco l'ultimo argomento riguardante i materiali da nail art in micropittura: i pennelli.
set di pennelli per micropittura acrilica gel e smalti

I pennelli da nail art sono strumenti "magici" che aiutano a far si che un disegno esca bene. A quanto pare l'oggetto non basta per creare una buona fuoriuscita di esso. Esistono tanti tipi di pennelli da nail art in commercio, dai prezzi svariati e setole diverse tra loro, adatte ad ogni tipologia di liquido su cui si deve lavorare.
Esistono diverse forme: dalle setole più spesse, fino alle setole più sottili ancora. Ma la forma in questo caso non conta, finché noi dobbiamo sapere quale pennello acquistare. Vi sono di due tipi: a setola sintetica e a setola naturale.
Inizio a mostrarvi un esempio di pennelli a setole sintetiche, qui sotto:

pennelli con setola sintetica di qualità

I pennelli con setole sintetiche sono i pennelli cosiddetti "Universali", in quanto sono adatti per ogni tipo di texture liquida, cioè: gel, smalti e colori acrilici. Esse possiedono una consistenza più dura, poiché sono adatti per la pulizia più aggressiva. I colori delle setole variano dal Nero (esempio mostrato nella foto), fino alla colorazione gialla o bianca. Dipende dalla qualità e anche dalla lavorazione di ciascuna di essi. Come ho già accennato, la pulizia di queste tipologie dei pennelli possiedono setole molto dure e a volte non sono resistenti ai solventi. E' sempre consigliato pulirli con il brush cleaner (prodotto pulisci pennelli usato per eliminare la sporcizia soprastante). Anche di essi si possono trovare a tutti i prezzi: dalle marche più economiche, fino a quelle più prestigiose.

Dopo aver finito di descrivere brevemente i primi pennelli, è ora di parlarvi di pennelli con setole naturali. Eccovi qui le immagini dimostrativi:

pennello one move 2+ crystal nails

jet nails pennelli da nail art

I pennelli con setole naturali sono pennelli adatti ad un uso alquanto professionale, perché composti semplicemente da peli in prevalenza di Kolinsky, martora e Scoiattolo. Non sono uguali ai pennelli con setola sintetica, poiché a contatto con i solventi chimici, tendono a corrodersi facilmente. Essi si ritengono molto costosi , per il semplice fatto che sono setole pregiate. Hanno inoltre un uso limitato, cioè che non tutti i liquidi non vanno per nulla bene. Quindi si usano in prevalenza per i colori acrilici e per i decori in acquerello.
I pennelli con setola naturale sono altamente consigliati o per chi riesce a decorare in micropittura con i liquidi citati sopra, oppure per chi intende fare un corso di nail art in micropittura artistica, dato che ai corsi richiedono queste tipologie di pennelli. Essi necessitano di una preparazione più accurata: si elimina la colla delicatamente con un ago. Poi prima di immergere le setole nella pittura, bisogna sciacquare prima il pennello e tamponarlo delicatamente con un fazzoletto. Questa operazione è di vitale importanza, in modo di far aprire per nulla le setole del pennello, per poi buttarlo via.
Tra i pennelli con setola naturale con cui riesco a lavorare con molta agibilità sono quelli di Crystal Nails ( tranne il One Move 2+  che possiede le setole sintetiche) e i pennelli da micropittura della Jet Nails ( vedete la figura qui sopra), i quali li avevo acquistato in occasione del corso di micropittura che feci due anni fa.

Se volete un consiglio più mirato, è meglio usare i pennelli a setola sintetica se si è appena agli inizi. In quanto si rovinano difficilmente e si usano per tutte le qualità di pittura. Mentre i pennelli con setole naturali, se siete maggiormente inesperte, è sempre buono aspettare prima di acquistarli. Ora vi svelo di come sono passata ad usare i pennelli con setole naturali.
Inizialmente ho usato solo i pennelli a setole sintetiche, perché erano a basso costo e per di più essendo completamente inesperta, usavo solo smalti e nulla di più. Ho provato con i colori acrilici e sinceramente ho notato che il lavoro diventava sempre meno curato, fino ad uscire uno scarabocchio, piuttosto che una nail art decente (sarà che avrò usato solo smalti). I pennelli a setole naturali, invece, agevolano molto il lavoro. Ho notato però che per utilizzarli, è necessario fare dei corsi di micropittura di base, perché usarli così tanto per avere un qualcosa non ha alcun senso. Per capire se la nail art è la vostra passione, usate dei pennelli economici. Poi tutto il resto lo capirete con il tempo. Ecco qui il "kit" di pennelli economici da nail art, che avevo composto nel tempo:


L'articolo finisce qui. Dalla prossima parte della rubrica spiegherò finalmente le tecniche di micropittura che ho appreso in questi anni. Spero che quest'articolo sia stato notevolmente chiaro e qualsiasi dubbio o domanda, scrivetemelo giù nei commenti. Oppure se vi è piaciuto, mettete un +1 sotto il post.
Un bacio a tutte e ci vediamo Venerdì con un nuovo articolo.
Con affetto 
Elisa